Casavecchia Centomoggia Igt Terre del Volturno - Terre del Principe - 2012

Annata: 2012

Disponibilità: Non disponibile - chiedi info

Prezzo di listino: 28,00 €

Special Price 20,72 €

Cantina: Terre del Principe

Capacità: 0.750 lt

regione: Campania

vitigno: casavecchia

Cod. Vino: c1c75533bf


Dettagli

Annata: 2012

Vitigno: Casavecchia 100%

Denominazione: Igt Terre del Volturno Casavecchia

Vigne: Monticelli in Castel Campagnano e Vigna di zia Rosa in Castel di Sasso

Conduzione agronomica: biologica. Non vengono mai usati pesticidi, diserbanti o insetticidi; i trattamenti vengono limitati al minimo; inerbimento naturale per favorite la biodiversità, sfogliatura e potatura verde fine luglio, poco diradamento.

Vendemmia 2012: 25 settembre

Resa annata 2012: 40 q.li/ha - 25 hl/ha

Produzione 2012: 3800 bottiglie da 750 ml

Alcol: 13 %

Ph: 3,60

Zuccheri residui: +/-2

Estratto secco : 29 gr/l.

Acidità totale: 5 gr./l

Acido malico: 0 gr/l.

Acidità volatile: 0,35 g/l

Anidride solforosa totale: 75 mg/l

Raccolta: manuale in cassette da 15 kg.

Vinificazione: selezione manuale, diraspa – pigiatura, macerazione e fermentazione in acciaio a temperatura controllata max 25°C, rimontaggi, macerazione da 8 a 15 giorni, fermentazione malolattica in acciaio, maturazione in barriques nuove (30%) ed usate (70%) per un anno, affinamento in bottiglia per almeno 12 mesi.

Note di degustazione: vino di grande struttura, si presenta di colore rubino impenetrabile mentre al naso è molto intenso, con sentori un po’ selvatici e animali, che lasciano spazio ad un ampio spettro aromatico che richiama more e mirtilli ma anche spezie dolci come chiodi di garofano e liquirizia amara. Al gusto s’incontra una struttura densa, morbida e molto ricca, con tannini che infittiscono con eleganza la preziosa trama gustativa dalla persistenza aromatica lunghissima.

Cenni sull'annata 2012:Annata difficile. Fresca ed abbastanza regolare fino a metà agosto cui sono seguite le ultime due settimane del mese con temperature torride, da ricordare forse come la più calda degli ultimi anni. Dopo ferragosto le temperature costantemente intorno ai 35°C, accompagnate da venti caldi e secchi hanno surriscaldato le uve.

Forse potresti essere interessato anche ai seguenti prodotti