Solosole Vermentino Bolgheri DOC - Poggio al Tesoro - Allegrini - 2017

Annata: 2017

Disponibilità: Disponibile

Prezzo di listino: 37,00 €

Special Price 35,89 €

Cantina: Poggio al Tesoro - Allegrini

Capacità: 1.5 lt

regione: Toscana

vitigno: vermentino

Cod. Vino: 867ddcdc76


Qtà:

Dettagli

SOLOSOLE

Denominazione: Vermentino Bolgheri D.O.C.

Vitigni: Vermentino 100% (selezione di cloni di Vermentino della Corsica)

Il territorio: Bolgheri

Collocazione geografica: Vigneto Le Sondraie, 7,00 ettari

Altitudine: 25 m s.l.m. Esposizione: Ovest

Tipologia di terreno: Profondo, con sabbie, ghiaie ed argille

Sistema di allevamento: Guyot Età media delle viti: 13 anni

Densità di impianto: 7.936 ceppi/Ha

Vinificazione e invecchiamento Vinificazione: Pigiatura soffice dell’uva intera

Fermentazione: In acciaio inox a temperatura controllata

Temperatura di fermentazione: 16°C

Durata della fermentazione: 20 giorni

Fermentazione malolattica: Non svolta

Affinamento: In acciaio inox su fecce fini, 1 mese di elevazione in bottiglia

Dati analitici Grado alcolico: 14% Vol

Acidità totale: 5,7 g/l

Zuccheri residui: 2 g/l Estratto secco netto: 19,5 g/l pH 3.2

Caratteristiche dell’annata La situazione climatica 2017 a Bolgheri rispecchia un cambiamento globale dell’ambiente. L’inverno è trascorso all’insegna del bel tempo, con temperature un po’ più rigide rispetto alla media, che ha di contrastato la proliferazione di insetti dannosi alla vite. La primavera è stata caratterizzata da partenza anticipata del germogliamento e le gelate primaverili, che hanno colpito varie regioni italiane, non hanno impattato sulla vegetazione. Il periodo estivo ha rimarcato la fase primaverile con giornate soleggiate e sempre ventilate. Nei primi giorni di luglio le giornate sono state caratterizzate da un’umidità relativa abbastanza sostenuta per la zona costiera. La prima pioggia importante si è avuta verso la metà di settembre, poi le giornate sono state di nuovo calde e luminose. L’andamento siccitoso prolungato ci ha aiutato nella lotta alle malattie fungine e parassitarie. La gestione dell’irrigazione è stata complessa, coordinata dall’ausilio di capannine meteo, dotate di sensori capaci di rilevare l’umidità del terreno e l’evapotraspirazione. Insostituibile come sempre l’occhio dell’uomo: il controllo visivo e manuale della turgidità delle foglie e dell’uva ci ha suggerito il momento in cui fornire il giusto apporto idrico, consentendoci di mantenere le uve toniche e fresche con pareti fogliari sempre attive nella loro funzione clorofilliana.

Note degustative

La solarità del Vermentino si ripercuote intensamente negli aromi di Solosole, un bianco che conquista per l’intensa nota di fiori e frutta gialla che appare quasi improvvisa. Al palato rivela un corpo medio ed una beva succosa e di grande piacevolezza. Interessante l’evoluzione nel bicchiere che annuncia un’ottima capacità di invecchiare per qualche anno.

Gastronomia

Solosole è il bianco da apprezzare con gli aperitivi, con i crudi di pesce e, grazie alla sua sapidità e fragranza, con i fritti di mare e con i pesci in brodetto. La sua freschezza lo rende compagno ideale di varie proposte vegetariane. Servire a 8‐10° C e stappare al momento del servizio.

Forse potresti essere interessato anche ai seguenti prodotti

banner_fre_sphipping_197

 

Prodotti visti di recente