Solaia IGT Toscana , cassa in legno - Antinori - 2018

Annata: 2018

Disponibilità: Disponibile

770,00 €

Cantina: Antinori

Capacità: 1.5 lt

regione: Toscana

vitigno: Cabernet Sauignon - Sangiovese - Cabernet Fra

Cod. Vino: 1012


Qtà:

Dettagli

Solaia IGT Toscana , cassa in legno

Dati Storici

Solaia è un vigneto di circa 20 ettari esposto a sud-ovest tra i 350 e i 400 metri s.l.m. su un suolo roccioso calcareo con roccia di alberese e galestro, situato presso Tenuta Tignanello. La famiglia Antinori ha prodotto questo vino per la prima volta con l’annata 1978; l’uvaggio iniziale era 80% Cabernet Sauvignon e 20% Cabernet Franc, che è stato ripetuto nel 1979. Nelle annate successive è stato introdotto un 20% di Sangiovese e sono state fatte alcune correzioni nel rapporto tra Cabernet Sauvignon e Cabernet Franc, fino ad arrivare alla composizione attuale. Solaia è prodotto soltanto nelle annate eccezionali e non è stato prodotto nel 1980, 1981, 1983,1984 e 1992.

NOTE DEGUSTATIVE

SOLAIA 2018 SI PRESENTA DI COLORE ROSSO RUBINO INTENSO. AL NASO LE INTENSE NOTE DI FRUTTA SCURA MATURA, IN PARTICOLARE MIRTILLO E RIBES NERO, SI UNISCONO A PIACEVOLI SENTORI DI FIORI SECCHI E LAVANDA, ACCOMPAGNATI DA DELICATE SENSAZIONI SPEZIATE DI PEPE BIANCO E BALSAMICHE DI MENTA ED EUCALIPTO. COMPLETANO IL RICCO BOUQUET DOLCI E BEN INTEGRATI AROMI DI CIOCCOLATA BIANCA, ZUCCHERO FILATO E FRUTTA ESSICCATA. AL PALATO È AVVOLGENTE E CREMOSO: I TANNINI, MORBIDI E SETOSI, DONANO UN FINALE LUNGO, PERSISTENTE E DI GRANDE ELEGANZA, CON UN RETROGUSTO CHE RICORDA LA LIQUIRIZIA E RICHIAMA LE NOTE FLOREALI E SPEZIATE PERCEPITE AL NASO.

Clima

La stagione 2018 nel Chianti Classico si è aperta con un inverno piuttosto regolare sia nelle temperature che nelle precipitazioni; nonostante queste condizioni climatiche, i vigneti hanno iniziato la loro attività di germogliamento con un anticipo di una settimana rispetto alla media storica del territorio. Il periodo primaverile, e in particolare maggio, è stato caratterizzato da piogge frequenti con temperature leggermente inferiori al consueto, mentre i mesi di giugno e luglio sono stati asciutti e abbastanza caldi, senza però manifestare mai condizioni estreme. Qualche pioggia nel mese di agosto e un periodo asciutto e ventilato in settembre e ottobre hanno consentito alle uve di maturare in maniera ideale, garantendo un buon contenuto zuccherino e un’ottima maturazione polifenolica. La vendemmia è iniziata negli ultimi giorni di settembre con il Cabernet Franc, è proseguita con il Sangiovese per concludersi con il Cabernet Sauvignon il 10 ottobre.