Terre siciliane rosso Rampante IGT - Passopisciaro Franchetti - 2018

Annata: 2018

Disponibilità: Disponibile

48,00 €

Cantina: Passopisciaro Franchetti

Capacità: 0.750 lt

regione: Sicilia

vitigno: Nerello mascalese

Cod. Vino: 1649


Qtà:

Dettagli

Assemblaggio: 100% Nerello Mascalese

Raccolta: 17 Ottobre

Età dei vigneti: 90 anni

Densità dei vigneti: 8.000 piante per ettaro

Altitudine: 650 mt slm

Superficie: 1,5 ettari

Resa per ettaro: 16 hl/ha Trattamenti: Argille, propoli, estratto di semi di pompelmo

Vinificazione: 15 giorni in vasche d’acciaio

Fermentazione malolattica: In botti grandi di rovere

Invecchiamento: In botti grandi di rovere per circa 18 mesi Imbottigliamento: durante la luna calante di maggio 2020

Produzione: 2.750 bottiglie

Contrada Rampante è la Contrada più alta situata a oltre 1.000 metri di altezza. La vigna si trova ai limiti della coltivazione della vite sull’Etna. Rampante è uno dei vini più delicati e aromatici che si possano trovare sulle pendici del vulcano. I terreni sono di lava molto antica, più sabbiosa e ossidata di altre parti. Per via della sua notevole altezza è sempre l’ultima vigna ad essere vendemmiata.

La vigna di questa Contrada ricopre 1,5 ettari.

L’ANNATA 2018

L'annata 2018 è stata una delle più piovose, soprattutto nei mesi estivi, caratterizzata dunque da quel clima classico tropicale (caldo, umido) degli ultimi otto anni. Siamo stati costretti a fare molti più passaggi in vigna per togliere le foglie, ma gradualmente, senza lasciare i chicchi troppi esposti rischiando così di avere delle bruciature. Dopo ogni passaggio il vento entrava tra i filari asciugando i grappoli bagnati dalla pioggia, che velocemente correvamo ad avvolgere con propoli e argilla. Prima e dopo la vendemmia dei rossi ci siamo trovati nelle condizioni di pioggia, umido ed a volte anche nebbia che rimarranno impresse nella nostra mente.

Da viticoltori esperti, ormai alla nostra 18esima vendemmia sull'Etna, abbiamo interpretato l'annata dosando sempre i nostri interventi senza lasciarci ingannare dalle apparenze, intervenendo, come in un mosaico, nelle diverse Contrade e nei diversi vigneti da cui prendiamo le uve per il Passorosso.

Il vino di questa annata sarà più varietale, lineare, con un'acidità pronunciata ma anche con la longevità che hanno i vini delle annate più fini.